Scrivere per il web. Ecco come fare!

Marzo 4, 2022

Innanzitutto, prima di parlare di come scrivere per il web, cerchiamo di capire insieme cosa sia la lettura in Rete, o meglio cosa non sia. Perché devi capire come si legge per poter adattare la scrittura.

  • Non è lineare
  • Non è uniforme
  • Non è continua
  • Non è tradizionale
  • Non è statica

La lettura digitale è fluida, in continua evoluzione, formazione e adattamento. Si procede leggendo in modo irregolare, “saltando” da un sito all’altro, da una pagina web all’altra, in cerca di maggiori o diverse informazioni, di contenuti dettagliati, etc. Il lettore è discontinuo, distratto dal “movimento” del web, pop up pubblicitari, immagini, video attivati in automatico, backlink, elementi grafici, etc. Insomma, un bombardamento di stimoli in ogni momento che possono allontanare il lettore dai tuoi contenuti. Conoscere la modalità di lettura ti può aiutare a capire come attrarre l’utente, come intrattenerlo e “trattenerlo” sul tuo blog, sul tuo sito. Ciò che offri deve prima piacere al lettore, poi a Google (come scrivere un articolo che piaccia a Google)!

Sommario

Piccoli consigli di stesura per la Rete

Ecco qualche dritta da seguire per scrivere per la Rete. In primo luogo, rammenta sempre che scrivi per le persone. È la prima regola! Puoi farlo tenendo conto anche della SEO (Search Engine Optimization, ottimizzazione motori di ricerca).

Scrivere per la Rete è un lavoro diverso rispetto alla stesura offline e la Rete necessita di aggiornamenti della propria scrittura costanti e attenti. La stesura online, in un certo senso, non termina mai, anche quando un articolo è completo può aver bisogno di cura in termini di riposizionamento o di aggiornamento delle keyword.

Quali sono i primi passi per approcciarsi all’idea di stesura regolare del proprio blog?

Scrivere, e farlo in ottica SEO, è meno semplice di quanto si pensi, ma non impossibile. Una volta che hai stabilito il tuo obiettivo (navigazionale, informazionale, commerciale), che sai come ricercare le keyword (primarie e secondarie), chi sia il tuo target e chi la tua buyer personas, il tuo tono di voce, il tuo stile... insomma, tutto il necessario lavoro a monte da inserire nella “cassetta degli attrezzi” del copy, puoi imparare a... scrivere.

Conosci già la regola di scrittura giornalistica anglosassone, adottata anche da noi in Italia, delle 5w?Utile per riportare i punti salienti nel tuo articolo, nel blogpost, senza nulla tralasciare.

  • Who (chi)
  • What (cosa)
  • Why (perché)
  • When (quando)
  • Where (dove)

Rispondi a tali domande (più + 1: come) quando redigi un testo! In tal modo, scrivi ordinatamente, con una certa “pulizia” di presentazione del tema e soddisfi ogni dubbio del lettore. Ora stabilisci una scaletta prima della scrittura di un articolo, specie se lungo o a «episodi»:

  • Argomento principale - introduzione breve
  • Parte centrale in cui presenti il tema
  • Paragrafi successivi in cui narri i dettagli del tema centrale (i paragrafi devono essere collegati tra loro, devono avere consequenzialità)

Esempio: se in un paragrafo introduci il discorso sul meteo a Parigi, nel successivo non parlare della cucina francese, ma della neve o del vento, del fascino della città francese sotto la pioggia rievocando, magari il film di Woody Allen, Midnight in Paris (lo hai visto? Owen Wilson racconta proprio di quanto possa essere suggestiva Parigi quando piove) per poi inserire l’argomento culinario e farlo proseguire nel paragrafo a venire.

Altro esempio di una scaletta di blogpost:

  • Titolo: viaggiare col sacco in spalla
  • Introduzione: perché viaggiare così, chi lo fa, pro e contro
  • Paragrafo 1: eventuale citazione, racconto di un’esperienza di viaggio
  • Paragrafo 2 (o sottoparagrafo): suggerimenti di percorsi di viaggio, come spostarsi
  • Paragrafo 3 (o sottoparagrafo): come preparare lo zaino, cosa portare, consigli (abbigliamento multi funzionale, stoviglie da portare, come recuperare informazioni locali per gli spostamenti a piedi e con i mezzi pubblici)
  • Paragrafo 4 (o sottoparagrafo): testimonianze e pro/contro
  • Paragrafo 5 (o sottoparagrafo): Cta

A quali domande deve rispondere un articolo SEO oriented?

Indipendentemente dal tema, un articolo SEO che vuol farsi trovare in Rete deve rispondere ad alcune domande. Quali?

  • Ad un problema della community: quale problema affronta/risolve? Come?
  • A chi si rivolge il testo e la risoluzione del problema? 
  • Perché il contenuto offre la soluzione migliore per la tua community?
  • Quali benefici ne ricava il lettore?
  • Cosa perde il lettore/utente se non approfitta dell’offerta presente nell’articolo, se non risponde alla tua Cta finale?  

Ora che conosci questi aspetti importanti da valutare prima della stesura, scrivi! Dedicati pure al tuo articolo. Redigi il testo, poi estrapola i punti salienti che puoi usare come titoli e sottotitoli in modo che ognuno corrisponda al contenuto del paragrafo a cui è destinato.

  • Titoli semplici, magnetici e non troppo lunghi
  • Offri sempre al lettore un vantaggio (ad es. formazione, conoscenza specifica di un tema)
  • Puoi usare delle icone/emoticon per esprimere un’emozione e condividerla in maniera immediata (crea attrattiva per gli occhi in un mondo in cui gli utenti sono bombardati di stimoli e contenuti vari)
  • Appellati alle emozioni e non fare promesse, offri ciò che hai e fallo con il tuo tono di voce e lo stile che hai deciso di adottare
  • Dopo aver scritto, fai respirare il contenuto prima di pubblicarlo. Questo ti consente di leggerlo a mente fresca e notare eventuali errori da rettificare. A volte si legge ciò che si ritiene di aver scritto e non ciò che realmente è sulla carta o al pc, per questo è utile “decantare” un po'.

Le mie indicazioni possono aiutare la tua penna creativa nel labirinto della Rete. Naturalmente, si tratta di pochi consigli, ognuno dei quali va approfondito e studiato per una migliore performance di scrittura SEO. Buon lavoro.

Una risposta a “Scrivere per il web. Ecco come fare!”

  1. […] di godere di un rapporto esclusivo con il brand, diretto, sincero, coerente. L’attività di creazione dei contenuti è tra gli aspetti più importanti e decisivi del marketing e della comunicazione digitale ed è […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright  
2023
  © monicagenovese.com 

Powered by luisafassino.com

arrow-down >