The Facebook Pixel, cos’è e perché usarlo?

Febbraio 2, 2022

Lo so, sei alle prese con Facebook/Instagram e il famigerato pixel. Ne hai già sentito parlare e, non conoscendolo, lo ritieni un mito del digital marketing? Scherzi a parte, vediamo da vicino cosa sia e perché si utilizzi.

In poche parole, si tratta di un codice, o meglio una porzione di codice, recuperabile dalla piattaforma Facebook Business Manager e da installare sul tuo sito web, sulla tua landing page, sul tuo blog, insomma ovunque tu voglia per monitorare il traffico e comprendere quali azioni compiano gli utenti che ti seguono o che visitano il tuo “spazio” digitale. Il pixel, dopo la sua configurazione, registra tutte queste azioni e ancora altre: acquisto completato, aggiunto di articolo al carrello, eventi in Gestione Eventi o altro.

Creazione del pixel Facebook

Può essere usato per vari scopi, come Facebook suggerisce:

  • indirizzare le tue inserzioni agli utenti potenzialmente interessati (perché hanno già visitato il tuo sito);
  • incrementare le tue vendite (con azioni che rintraccino le persone che possono compiere azioni in linea con i tuoi obiettivi di vendita);
  • valutare i dati delle tue inserzioni misurandoli e “aggiustando” il tiro, se serve.  

Il pixel è una sorta di “investigatore” che riferisce a te le sue scoperte. Inutile che ti dica quanto siano importanti tali scoperte che possono influenzare le tue strategie di marketing.

Inoltre, il pixel può servirti per attività di retargeting, ovvero per intercettare quegli utenti che hanno già agito in un dato modo e che puoi raggiungere nuovamente, ad es. utenti che hanno visitato una specifica pagina del tuo e-commerce e a cui puoi mostrare un’inserzione promozionale, un’offerta, relativa ai prodotti di quella medesima pagina. Conoscendoti già (il tuo brand, i tuoi prodotti) è più facile che la tua inserzione venga considerata e determini una conversione.

Il pixel è uno strumento di raccolta dati da elaborare per perfezionare e affinare le tue tecniche di comunicazione, conversione e vendita, quindi procedi alla sua creazione intervenendo sul Business Manager, alla voce Gestione Eventi dove, puoi connettere le origini dei dati, selezionare web, app, eventi offline e Crm, scegliere un nome del pixel, inserire l’url del tuo sito e procedere alla configurazione. Dopo aver creato il pixel, puoi installarlo, o farlo installare dal tuo webmaster, verificarne la correttezza, il funzionamento e lasciarlo lavorare per te, per la tua pubblicità. Buon lavoro a te e al tuo pixel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright  
2023
  © monicagenovese.com 

Powered by luisafassino.com

arrow-down